Cerca
  • Enrico Cazzolino

10 passi fuori dalla depressione

Il primo passo. Forse il più importante: decidere che puoi essere (più) felice, che te lo meriti, che te lo puoi concedere.


Il secondo passo. Cercare un sostegno professionale, se non una terapia. Un amico non può sostenerti nei prossimi passi, perché è coinvolto nel fuoco delle tue emozioni. Uno psicologo, invece, sa avvicinarsi ad esse abbastanza da sentirne il calore, ma ha gli strumenti per non scottarsi e per farti largo fuori dall'incendio.


Il terzo passo. Fatti conoscere dallo psicologo. Forse ti ri-conoscerai nelle sue parole. forse scoprirai cose nuove su di te. Ad esempio, che hai un tuo ritmo per respirare e che la tua mente non è una cosa diversa dal tuo corpo.


Il quarto passo. Potresti scoprire in te qualcosa di unico, piacevole, sereno. Con l'ipnosi in studio, ma anche con le tue attività preferite, da svolgere quando vuoi: ascoltare musica, meditare, dipingere, fotografare, ballare, fare sport... Ognuno ha le sue aree di creatività e positività. Magari, in alcuni momenti della vita le trascuriamo un po', ma ci sono sempre.


Il quinto passo. Ferma i pensieri, valuta le tue esigenze. Ci sono cose di te che ti piacciono molto e cose che vorresti cambiare. Ci sono cose di te che gli altri vorrebbero cambiare e cose di te che piacciono molto agli altri. E tu sei tutte quelle cose, ma solo se vuoi. Altrimenti, puoi essere altro: dipende da te.


Il sesto passo. Da oggi sei chi vuoi essere: almeno un po', almeno un po' più di ieri. E ogni giorno puoi scegliere chi sei. Non puoi essere milionario, ma oggi puoi investire una monetina. E per vincere alla lotteria, ricorda di comprare il biglietto.


Il settimo passo. Dentro di te ci sono un avvocato (che si batte per i tuoi diritti) un maestro yoga (che sa farti rilassare) un ambasciatore (che sa parlare con persone diverse)... magari c'è anche un personal shopper per qualche acquisto divertente. Prova a consultarli: ti conoscono bene, rispondono quando vuoi. Così, tra poco, non avrai più bisogno dello psicologo.


L'ottavo passo. Fidati di quel che ha funzionato. Alimenta le relazioni con le persone che, nei passi precedenti, ti hanno aiutato ad essere chi sei. Ci saranno legami leggeri e superficiali, altri più intensi. A volte, le incomprensioni e gli errori potranno danneggiare un rapporto, ma non la tua capacità di ripararlo.


Il nono passo. Il passo è più leggero, trovi un significato personale alle alternative di fronte a te, anche oltre gli ostacoli, nella direzione di crescita verso cui sai camminare a tuo modo, giorno per giorno.


Il decimo passo? Lo scegli tu.

5 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti